Via Merulana 134 - 00185 Roma

Tel. 06 98381500   Fax 06 98382521

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Associazione di Categoria dei Datori di Lavoro Domestico

Il Fondo di Tutela Legale Gratuita

posted by: Felici Stefano
Visite: 3916

Il Fondo di Tutela Legale Gratuita (Fondo) è uno strumento mutualistico gestito da Assofamiglie che consente al datore di lavoro domestico di tenersi al riparo da eventuali spese professionali e di consulenza qualora venga coinvolto dal lavoratore in una procedura di conciliazione, di transazione o in un ricorso del lavoro.

Tutela legale sul contenzioso del lavoro

Il Fondo copre tutte le spese legate ai professionisti che tutelano la famiglia in caso di vertenza: consulenti del lavoro e avvocati in primis. Non copre viceversa le spese di soccombenza in giudizio, di conciliazione o di transazione. Ovverosia non copre gli importi eventualmente dovuti al lavoratore, così come essi verranno determinati nel corso della vertenza. Non copre neanche eventuali spese relative a tasse, bolli, diritti o qualsivoglia onere dovuto all'amministrazione giudiziaria.

Il Fondo è stato creato per tutelare le famiglie e i datori di lavoro domestico che mostrino la volontà di comportarsi con correttezza nei confronti del lavoratore domestico. Sono infatti proprio queste le famiglie che più spesso si trovano coinvolte in pretese economiche improprie e infondate. Assofamiglie intende evitare che si trovino costrette, nel timore di dover sostenere spese di contenzioso estremamente onerose, a versare al lavoratore importi non dovuti e pretestuosamente richiesti.

Proprio perché Assofamiglie intende rappresentare solo le famiglie meritevoli di tutela, l'accesso al Fondo non è automatico.

Il primo passo per accedere al Fondo è associarsi ad Assofamiglie (vai alla pagina di adesione), se già non lo si è fatto, e selezionare l'opzione di adesione al Fondo. Bisogna poi scaricare il Modulo Informativo, compilarlo e inviarlo ad Assofamiglie via e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. La compilazione del modulo consente ad Assofamiglie di valutare per grandi linee la situazione lavorativa che dovrà essere coperta dal Fondo e di verificare che il rapporto sia stato correttamente impostato.

Assofamiglie ha piena discrezionalità nell'accettare o meno la richiesta di adesione. Laddove i funzionari di Assofamiglie ritengano che il rapporto di lavoro non sia correttamente impostato, la richiesta di adesione non potrà essere accettata. In caso di accettazione invece il datore di lavoro si vedrà restituire il modulo debitamente firmato per autorizzazione e potrà procedere al perfezionamento dell'adesione, versando la relativa quota.

L'ultimo importante vantaggio dell'adesione al Fondo è che, trattandosi di una copertura mutualistica e non assicurativa, laddove il Fondo non venisse completamente utilizzato nell'anno solare di competenza, il risparmio andrebbe totalmente a beneficio delle famiglie che vi hanno aderito. Il Fondo infatti non è di Assofamiglie ma degli aderenti e non può essere utilizzato per null'altro che non sia la tutela legale di questi ultimi.

Ci sono però alcune precisazioni che è necessario fare.

Anche in caso di accettazione dell'adesione da parte di Assofamiglie, la copertura del Fondo non sarà efficace se il datore di lavoro non avrà compilato con fedeltà il Modulo di Richiesta. In altre parole, l'omessa o la mendace comunicazione di elementi rilevanti, fa automaticamente decadere la copertura. Il datore di lavoro è peraltro tenuto a informare prontamente Assofamiglie di qualsiasi variazione intervenuta nel rapporto di lavoro (ad es. orari, stipendio, identità del lavoratore, luogo di lavoro, ecc.).

Onde evitare che ad Assofamiglie possano rivolgersi datori di lavoro che hanno già avuto informalmente notizia del prossimo instaurarsi di un contenzioso relativo ad un rapporto di lavoro pregresso, la copertura del Fondo decorrerà a partire dal 91° giorno successivo al versamento del contributo.

 

*** IMPORTANTE ***

Il Fondo di Tutela Legale può essere attivato su rapporti di lavoro già in essere alle seguenti condizioni:

  • il rapporto di lavoro domestico è un rapporto regolarmente denunciato alle autorità e agli enti competenti (il Fondo non tutela chi favorisce il "lavoro nero"),
  • la gestione amministrativa del rapporto di lavoro è stata affidata ad un primario ente o associazione di categoria dei datori di lavoro domestico (verifica da effettuare in sede di adesione al Fondo), oppure
  • il datore di lavoro affida la gestione amministrativa del rapporto di lavoro ad Assofamiglie, oppure
  • all'atto della sottoscrizione del Fondo il datore di lavoro e il lavoratore conciliano eventuali rivendicazioni pregresse.

Il Fondo copre le seguenti spese:

  • spese per il consulente che affianca il datore di lavoro nella conciliazione in sede sindacale o presso la Direzione Provinciale del Lavoro,
  • spese per l'avvocato che rappresenta il datore di lavoro nella conciliazione davanti al giudice del lavoro,
  • spese per l'avvocato che rappresenta il datore di lavoro nel primo grado di giudizio presso il Tribunale del Lavoro.

Il Fondo viceversa NON copre:

  • eventuali spese di soccombenza in giudizio,
  • eventuale diritti, bolli o tasse dovuti in relazione al giudizio, alla mediazione o alla conciliazione,
  • i corrispettivi da versare al lavoratore,
  • qualsivoglia spesa legata a vertenze collegate a rapporti di lavoro cessati in data precedente alla sottoscrizione del Fondo.

Aderendo al Fondo di Tutela Legale, l'aderente è consapevole del fatto che:

  • la copertura riguarda UN SOLO rapporto di lavoro per volta, ovvero più rapporti di lavoro consecutivi;
  • i consulenti e gli avvocati che cureranno ogni eventuale fase della conciliazione o del contenzioso potranno essere selezionati solo tra quelli CONVENZIONATI con Assofamiglie;
  • la copertura delle spese è DIRETTA e COMPETA, senza anticipi né franchigie a carico dell'aderente,
  • la copertura vale 1 anno dal momento dell'adesione: se il procedimento sotto copertura si protrae per più di un anno, la copertura dovrà essere rinnovata entro la scadenza per evitare che vengano addebitate le spese per attività svolte dopo tale data,
  • l'importo non è ripetibile: anche se non avessimo mai utilizzato il Fondo e anche se non ne avessimo più bisogno per il futuro, le somme versate non potranno essere restituite ma rimarranno a garantire la tutela degli altri aderenti.
modulofondo
 
Top